ptarZH-CNenfrdeitjarues

IDB e OAS lanciano l'edizione 2020 del Cybersecurity Report in America Latina e Caraibi

Valuta questo oggetto
(0 voti)
Venerdì, Agosto 28 2020 20: 34

La pubblicazione porta indicatori su politiche, cultura e società, formazione, quadri giuridici e tecnologie

IDB e OAS

Nel marzo 2016, la Banca interamericana di sviluppo (IDB) e l'Organizzazione degli Stati americani (OAS) hanno lanciato la prima edizione del rapporto "Rischi per la sicurezza informatica, progressi e via da seguire in America Latina e Caraibi". L'obiettivo era quello di offrire ai paesi della regione non solo una panoramica della sicurezza informatica in questi luoghi, ma anche una guida su quali sarebbero i prossimi passi da compiere per rafforzare le capacità nazionali nell'area. Da allora sono passati 4 anni. Da allora, la tecnologia si è evoluta rapidamente e l'adozione dell'Internet of Things (IoT), che all'epoca era una tendenza, è ora una realtà. IL edizione di quest'anno fornisce una valutazione della posizione dei paesi rispetto al 2016 e delle misure adottate nel tempo.

Il capitolo destinato al Brasile si apre con le informazioni sull'istituzione del Decreto Federale nº 10.222 102, del 5 febbraio 2020, poco prima dell'inizio della pandemia covid-19 che ha raggiunto il Paese, che ha approvato la Strategia Nazionale per la Cybersecurity. Il Decreto è stato considerato un importante passo avanti nella creazione di un modello di governance centralizzata per promuovere il coordinamento tra i diversi attori legati alla sicurezza informatica e per istituire un consiglio nazionale per la sicurezza informatica. Lo studio cita anche il Marco Civil da Internet no Brasil (Lei nº 12.965), sviluppato attraverso un processo di consultazione con diverse parti interessate per regolamentare l'uso di Internet in Brasile, stabilendo principi, garanzie, diritti e doveri per gli utenti di Internet. Internet. Tuttavia, nonostante l'attuazione delle politiche, il rapporto sottolinea che il Brasile non aveva una specifica legge sulla protezione dei dati o sulla privacy (nota: è stata approvata l'attuazione della legge generale sulla protezione dei dati (LGPD) in Brasile) entro la fine dell'anno, ma attendeva la sanzione presidenziale fino alla fine di questa edizione di TI Safe News).

In sintesi, secondo la pubblicazione, la cultura della sicurezza informatica del paese varia a seconda delle diverse regioni e settori del governo e dell'economia. I settori finanziario e ICT sono più avanzati, poiché sono obiettivi frequenti e, quindi, stanno investendo di più. Tuttavia, la società nel suo insieme manca ancora di una mentalità di sicurezza. Il rapporto sottolinea che gli utenti sono consapevoli dei rischi, ma generalmente non agiscono secondo le loro pratiche quotidiane.

Lido 149 volte Ultima modifica lunedì 31 agosto 2020 19:47

Copyright © 2007-2020 - Sicurezza informatica sicura - Tutti i diritti riservati.