ptarZH-CNenfrdeitjarues

Il Ministero della Difesa promuove finti esercizi per combattere e prevenire gli attacchi informatici

Valuta questo oggetto
(0 voti)
Venerdì, luglio 19 2019 12: 09

Durante l'evento, 214 ha partecipato anche a una conferenza di Marcelo Branquinho, CEO di TI Safe, che ha parlato dell'importanza della sicurezza informatica in Brasile.

Guardiano con Branquinho

Tra 2 e 4 a luglio, il Comando di cyber difesa del Ministero della Difesa brasiliano (ComDCiber) ha condotto l'addestramento simulato di 2.0 Cyber ​​Guardian. L'obiettivo principale dell'attività, che ha riunito i partecipanti di 214 e le istituzioni pubbliche e private di 40, era quello di promuovere una maggiore interazione tra il sistema di difesa informatica militare brasiliano e quelli della protezione delle infrastrutture critiche del paese, come i settori elettrico, finanziario, nucleare ed energetico. Telecomunicazioni, che sono state al centro dell'evento.

Secondo il comandante Guido Amin Naves, generale della divisione Cyber ​​Defense, creando scenari con problemi tecnici e gestionali simulati, è stato possibile testare e consentire l'interazione tra le sfere governativa e aziendale, nonché migliorare il livello. di cooperazione tra i settori. "L'idea era di far conoscere la società, le istituzioni e, in definitiva, il paese nel suo insieme, consapevole della necessità di precauzione contro le minacce informatiche e anche di adattamento all'ambiente ad alta tecnologia in cui viviamo" fece notare il comandante.

Alla simulazione hanno partecipato rappresentanti dei ministeri della difesa, della giustizia e degli affari esteri, dell'ufficio presidenziale per la sicurezza istituzionale, delle forze armate, agenzie del governo federale, banche, società nucleari ed elettriche , telecomunicazioni e ricercatori accademici.

Oltre al simulato, Marcelo Branquinho, CEO di TI Safe, è stato invitato dal Ministero della Difesa a tenere una conferenza di apertura dell'evento e presentare dati che avallano i fattori di rischio, i tipi di attacchi che potrebbero influenzare la sovranità nazionale e l'importanza della sicurezza. cibernetica per il Brasile. “Stiamo assistendo al consolidamento di un nuovo scenario di guerra, le cui armi non sono bellicose, ma hanno un potenziale ancora più dannoso. La cosiddetta quinta dimensione della guerra è quella dell'informazione. Operazioni psicologiche, controinformazione, guerra elettronica e operazioni computazionali avvengono silenziosamente e anonimamente, senza un territorio definito, con poche possibilità di reazione. Cioè, le nazioni che mantengono la guardia aperta per i problemi informatici saranno facilmente sottomesse ", ha detto Branquinho durante lezione.

Lido 1130 volte Ultima modifica giovedì, 25 luglio 2019 18: 03

Copyright © 2007-2018 - Sicurezza informatica sicura - Tutti i diritti riservati.